L’Istituto per lo Sviluppo Sostenibile boccia lo Shale Gas

Sei qui: Home » Europa » L’Istituto per lo Sviluppo Sostenibile boccia lo Shale Gas

Lo sviluppo dello shale gas in Europa non è destinato ha tradursi in un significativo contributo alla soluzione dei problemi energetici, secondo l’IDDRI (Institute for Sustainable Development and International Relations). Secondo lo studio pubblicato, infatti, anche nelle condizioni più ottimistiche, lo sviluppo delle tecnologie estrattive non convenzionali non arginerebbe il problema della dipendenza dall’estero, che anzi continuerebbe a crescere lasciando i prezzi delle fonti in balia del mercato. Non si tradurrebbe in sostanza come accade negli Stati Uniti in una loro decrescita e ciò comporterebbe inoltre un basso impatto a livello macroeconomico, così come è accaduto negli stessi Stati Uniti, dove ha agito la recessione in modo significativo a ridurre la discrepanza import/export e a favorire il massiccio incremento nella produzione non convenzionale. Inoltre questo è avvenuto grazie ad uno sforzo enorme in senso esplorativo, arrivando a raggiungere quota 17300 pozzi esplorativi, con una media di 130 al mese tra il 2005 e il 2010. Oggi in Europa si registra un tasso che può avvicinarsi alle 50 esplorazioni mese, in un clima che oltretutto vede una significativa opposizione ai programmi di perforazione, da parte di gruppi che ostacolano una tecnologia poco chiaramente affrontata per quanto riguarda le tematiche di impatto ambientale (in Francia il fracking e in Bulgaria tutte le tecnologie del settore sono state bandite per le opposizioni degli ambientalisti); ma tali aspetti legati non sono stati affrontati nell’attività di analisi, che si è concentrata invece esclusivamente sugli aspetti economici. Secondo lo studio se ci saranno delle opportunità davvero positive, queste si rifletteranno solo a livello del singolo stato membro che sarà stato in grado di farne uno sfruttamento virtuoso. Studio che si basa, va ricordato, solo sui dati di pubblico dominio e quindi disponibili ufficialmente.

© 2019 May-C Engineering S.r.l. - Via Verro, 12 - 20141 Milano (MI) - ITALIA
Tel. +39-02-89.51.78.53 - P.IVA: 09259420157